L'indiEsponente

pillole di musica indie


Chiedi pure  

Gli inglesi BOMBAY BICYCLE CLUB fanno uscire il loro terzo singolo Feel dopo Luna e Carry Me tratto dal fortunato album So long, see you tomorrow numero 1 in classifica nel Regno Unito, un brano pop e danzereccio spalmato su un tappeto di melodie orientali.

Per omaggiare il loro nome orientale hanno girato il coloratissimo e vivacissimo video a Mumbai interpretato da attori reali di Bollywood.

Avey Tare alias David Michael Portner è il co-fondatore insieme all’altro geniaccio di Panda Bear di una delle band più influenti del decennio: gli Animal Collective. Proprio durante l’annullamento di alcune date del tour a causa di problemi alla gola nasce il suo progetto musicale alternativo con gli AVEY TARE’S SLASHER FLICKS.

Si definiscono un power jazz trio composto inoltre da Angel Deradoorian (ex Dirty Projects) e Jeremy Hyman (ex Ponytail) e danno alle stampe Enter the slasher house un concept album a tema slasher con tanto di artwork e sito interattivo horror trash.
Il primo singolo scelto è Little Fangche si avvale di virtuosismi psych pop contagiosi a ritmo di funky con tanto di coretti catchy che calzano a pennello con l’esplosione primaverile in atto. Folle, psichedelico e pop.

 

I TIME TO REACT sono una formazione romagnola, di Rimini per la precisione e la formazione definitiva composta da Oreste Magnani (voce, chitarra, piano) Paolo Faetani (chitarra) Matteo Lazzarini (Batteria) e Tommaso Gavioli (basso) è rimasta inalterata sin dal 2008. Il loro è un pop funzionale sia a influenze country e folk che ad altre tipicamente di matrice punk americano.

Hanno già all’attivo un album Goodbye Romantics" del 2011 che li ha portati a suonare in giro inclusi locali storici come il Velvet della loro città o il Vidia di Cesena aprendo i concerti di band come Linea 77 e Blastema.
Il singoloWasted and torn  fa parte di un nuovo Ep in procinto di uscita in questa primavera per la piccola label Coraline Records ed è un brano solare e luminoso su cui si stagliano melodie contagiose e appiccicaticce come le gomme da masticare al sole.

Loro sono i SPRING OFFENSIVE e vengono dalla musicalmente florida città satellite di Londra, Oxford ed hanno da poco pubblicato il loro interessante album di debutto Young Animal Hearts che riprende alcune sonorità math-rock di altre band britanniche più note quali Foals o Alt-J.

Il singolo Bodylifting mette in risalto le potenzialità melodiche e armoniche del gruppo in un brano dall’andamento indie pop preciso e tagliente come una lama di vetro. Una potenziale hit primaverile per tutti gli indie kids!

Loro sono gli X AMBASSADORS quartetto di Brooklyn, NY fondato dai fratelli Sam  (voce, chitarra, sassofono) e Casey Harris (tastiera), oltre a Noah Feldshuh (chitarra) e Adam Levin (batteria) che sono anche amici veri nella vita.
Hanno al loro attivo solo un paio di Ep di cui l’ultimo Love songs drug songs contiene il singolone Unconsolableche ha scalato le classifiche d’oltreoceano.
Hanno già collaborato con artisti come Eminem e The Knocks, e quest’estate apriranno i tour mondiali di Imagine Dragons e Panic! At the disco. Poi torneranno in studio per il primo album ma nel frattempo teniamoli d’occhio, saranno la nuova next big thing americana.

Quinto album in studio per la folk band romagnola dei NOBRAINO, lavoro che segna la collaborazione ufficiale con la gloriosa Warner Music Italia intitolato L’ultimo dei Nobraino.

Il primo singolo scelto è il brano Bigamionistache il leader della band Lorenzo Kruger ci racconta così: Si tratta di un camionista che, lavorando per anni sulla tratta Marsiglia-Siviglia decide di prendere moglie in entrambe le città (bigamo-camionista appunto), diventando pendolare tra due famiglie. Due mogli complementari che sembrerebbero la soluzione ideale fin quando però non arriva il momento della pensione…

Lo abbiamo atteso tanto e finalmente è uscito Costellazioni il nuovo disco di Vasco Brondi alias LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA anticipato dal singolo I destini generali il cui bel video è stato girato e animato da Michele Bernardi al teatro Pim Off di Milano con la partecipazione della danzatrice Alice Guazzotti.

Il cantautore ferrarese alle prese con il tour promozionale del suo terzo disco in studio descrive così il brano in questione:«I destini generali è una canzone liberatoria, una specie di inno, un festeggiamento senza senso che mi sembra di buon augurio. Nel video c’è questa danza disegnata, delle stelle e delle costellazioni create con le mani e con i movimenti. Qualcosa che risplende, per illuminare questi tempi e questi posti». 

Nel fantomatico giorno dedicato agli innamorati Matt Berninger e i suoi THE NATIONAL fanno uscire I need my girl video del loro quarto singolo tratto dal fortunato Trouble will find mediretto dalla videomaker Sophia Pee.

Ci può essere regalo migliore, forse?

Come Vera Nabokov è il nuovo singolo de I CANI tratto dall’ultimo lavoro Glamour ed è una vera è propria opera d’arte creata dal bravissimo videomaker Bennet Pimpinella scratchando, modificando, colorando e montando la pellicola Fujifilm da 35 mm del trailer del film del 1995 “Tharzan e la vergogna di Jane" del mitico regista Joe Damato con protagonisti Rocco Siffredi e sua moglie Rosa Caracciolo.

Un lavoro durato due mesi e mezzo e più di 7000 fotogrammi. Non un semplice video, ma qualcosa in più.

Tra i dischi più attesi di tutto il 2013 c’era di certo questo concept album su un adolescente incastrato in un periodo storico buio Golden Age, il debutto sulla lunga distanza di WOODKID, alias mister Yoanne Lemoin regista, artista e produttore parigino che ha diretto video per Lana Del Rey, Black Sabbath e Rolling Stone solo per citarne alcuni e le sue canzoni sono finite nella colonna sonora del film di Tarantino Django Unchained.
La sua musica barocca è un trionfo di archi, ottoni, fiati e fanfare che rendono epico il suo cantautorato folk ricamato con il un timbro vocale caldo e suadente che si staglia fragile come in questo struggente singolo I love you.Sicuramente uno dei brani dell’anno.

I VOLCANO CHOIR sono uno dei progetti paralleli di Justin Vernon meglio conosciuto artisticamente come Bon Iver insieme alla band post-rock Collections of Colonies of Bees e a distanza di quattro anni dall’esordio Unmap ora tornano sulla scena musicale con il nuovo album Repave.

Il primo singolo Comrade (qui in una splendida e intima versione live) ha tutti i crismi del tocco artistico di Vernon, dal falsetto, alla melodia de-strutturata ai piccoli riff sbilenchi e si infila di diritto tra le migliori songs di questo 2013 con quella sua capacità, simile ad una tazza di cioccolata calda, di scaldare gli inverni.

I WOLF ALICE nascono nel 2010 come progetto solista della giovane cantante Ellie Roswell, con l’aggiunta poi di tre componenti stabili i ragazzi che provengono tutti dall’est di Londra diventano una band a tutti gli effetti pubblicando nel giro di poco tempo tre singoli che attirano su di loro le attenzioni di diverse label in primis la Chess Club Records che decide di scommettere sul quartetto londinese pubblicando il primo Ep in studio, Blush.
Prendono il nome da un personaggio del libro di Angela Carter “The bloody chamber” ed hanno etichettato il loro sound come rocky-pop di matrice indie che sconfina nel pop e nel folk. Hanno da poco guadagnato la copertina del NME e s’inseriscono di diritto tra i nomi più interessanti del panorama indie-rock britannico.
In attesa del loro esordio con un vero e proprio album atteso nel 2014 ci godiamo la splendida Bros.

Lei è Marika Hackman giovane cantautrice appena ventenne di Brighton la celebre cittadina universitaria inglese. A febbraio è uscito il suo primo Ep That Iron Taste e subito si è fatta notare dagli addetti ai lavori oltre per la sua bellezza (è testimonial come modella per Burberry) anche per il suo talento ed il suo sorprendente alt-folk come si evince tra le note e le melodie di Bath is back.Se stavate cercando l’inno per questo freddo inverno forse lo avete trovato.

Loro sono i TEMPLES duo londinese dedito al neo-psych, ossia quell’ondata di nuovi gruppi che emulano e riprendono gli stilemi del rock psichedelico dandogli nuovo lustro e aggiornandolo agli anni zero.
Di loro vi parlai già su queste pagine quando uscì il loro primo Ep omonimo, il loro disco d’esordio Sun Structures uscirà soltanto il 10 febbraio 2014 e sarà il centesimo disco pubblicato dalla storica etichetta Heavenly Recordings.
Nel frattempo hanno già fatto uscire due singoli, mentre questa Keep in the dark è il loro terzo ed ultimo singolo prima della pubblicazione dell’album. Noel Gallagher li ha già definiti ‘la miglior nuova band del Regno Unito’ mentre Brett Anderson dei MUSE si è innamorato del loro sound e li ha voluti in tour. Infine hanno aperto il concertone dei ROLLING STONE ad Hyde Park.
Insomma, con tutte queste referenze, cosa aspettate ad ascoltarli?

Giovane cantautore londinese questo BEN HOWARD, classe 87 eppure dotato di grande tecnica e patrimonio stilistico che gli permette di soffiare aria nuova sul fingerpicking, quella tecnica che consiste di pizzicare con le dite sulle corde della chitarra, nobile arte impreziosita anni or sono da personaggi come Nick Drake, o John Martyn portando il folk verso orizzonti sonori poetici.

Il folksinger inglese riprende quella lezione, contaminandola ulteriormente con il jazz e ed il blues, con ballate intense ed emozionanti come questa splendida Oats in the waterche non fa parte del suo ottimo esordio Every Kingdomdel 2011 ma che i più smaliziati avranno riconosciuto in quanto inclusa nella colonna sonora ed in una delle scene più toccanti della serie di culto The Walking Dead.